Skip to content

La città librosa

“La città librosa” è un racconto scritto e illustrato dalla 5a D della scuola primaria “Lydia Plastina Pizzuti” di Cosenza, con l’aiuto di Michele D’Ignazio, Jole Savino e la maestra Mariangela Guaglianone. Racconta il desiderio (e anche il bisogno) dei bambini di leggere. È stato consegnato alla carovana di ragazzi della Fondazione “Crescere al Sud” e “Save the Children” che, partita da Palermo, ha fatto tappa alla Città dei Ragazzi di Cosenza il 25 Maggio 2015. La destinazione finale è Roma, dove i ragazzi incontreranno il ministro Dario Franceschini e la Commissione parlamentare per l’infanzia. A loro consegneranno “La città librosa” e altre testimonianze.

La città librosa. Pagina 1

La città librosa. Pagina 1

La città librosa. Pagina 2

La città librosa. Pagina 2

Zoe pensava che un libro è come un aeroplano. Vola. Ti fa viaggiare. E nell’aeroplano incontri turisti alfabetici.

La città librosa. Paina 3

La città librosa. Pagina 3

Credeva che i libri però dovessero avere anche una loro casa: la biblioteca.

La città librosa. Pagina 7

La città librosa. Pagina 7

Lei era entrata poche volte in una biblioteca ed era stato come immergersi in un mondo fantastico. Si era sentita come in una vasca da bagno, piena di bolle, profumata di fragole.

La città librosa. Paina 4

La città librosa. Pagina 4

Ma nella sua città non c’erano biblioteche.

Ogni mese suo zio, che viveva in un’altra città, le portava un libro preso da una biblioteca. Il mese dopo gliene portava un altro e prendeva quello letto.

La città librosa_Michele D'Ignazio_Jole Savino_6Lei però desiderava una biblioteca proprio nella sua città affinché tutti potessero avere i libri che desideravano, aprire una porticina ed entrare in un luogo dove non t’accorgi nemmeno di quando arriva sera.

Così gli venne una “libridea”.

La città librosa_Michele D'Ignazio_Jole Savino_8Chiese a tutti i suoi amici di portare in un piccolo garage tutti i libri che avevano. Ne raccolsero 100. Nel garage sistemarono dei comodi divani dove poter leggere.

Era nata così una piccola biblioteca. Dove i bambini si sentivano come al mare, accarezzati dalle onde delle pagine dei libri che leggevano.

La città librosa. Pagina 9

La città librosa. Pagina 9

Per questo i governanti dovrebbero aprire più biblioteche e i genitori dovrebbero educare alla passione per la lettura.

La città librosa. Pagina 10

La città librosa. Pagina 10

Advertisements

1 Comment »

  1. Ma è un lavoro fantastico
    Complimenti ai bambini, alle maestre, ma sopratutto a te che hai saputo dare voce ai sentimenti e alle idee dei ragazzi
    Bravissima Michele

    Like

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: